In questo caso studio ti illustrerò come ho lanciato 4 pizzerie attraverso i social con grande successo.

Da dove ho iniziato?

Innanzitutto mi siedo a tavolino insieme al cliente per capire quali sono i valori della sua pizzeria, cosa lo differenzia, la sua storia professionale.

Non possiamo più pensare di andare nel mercato, aprire una pizzeria e stare come Fantozzi ad aspettare che arrivino i clienti.

Non possiamo neanche buttare sulla nostra pagina Facebook o Instagram continue foto delle nostre pizze, calzoni e altre pietanze: questa cosa no ha senso!

La fanno tutti e non riusciremo ad avere empatia con i clienti.

Partiamo.

Indice dei contenuti

Le basi

Dicevo dell’empatia.

Sui social le persone non vanno a “comprare”, questa è un’azione soltanto conseguente all’attaccamento al nostro brand (alla nostra pizzeria)

Ciò che fanno le persone sui social è intrattenersi.

L’intrattenimento, per mia esperienza, può avere diverse forme, ecco perchè i post che pubblico sui social per le pizzerie sono principalmente 4.

  • post educativi: insegniamo qualcosa ai followers, tipo come prepariamo la nostra pizza, ricette particolari, come prepariamo la location per gli eventi, far vedere i nostri fornitori.
  • post di intrattenimento: interviste informali con il team, challenge o sfide tra i pizzaioli a chi è più veloce a fare la pizza, momenti di relax con i propri collaboratori dove ognuno racconta aneddoti della serata precedente.
  • post di branding: post dove spieghiamo la nostra filosofia e valori che vogliamo portare avanti nella nostra attività.
  • post di vendita: contenuti sui nostri prodotti, offerte ecc… .

Tutti questi post vanno saputi ben scrivere, questa competenza si chiama copywriting, ovvero la capacità di persuadere, intrattenere o vendere al target di riferimento con l’uso della scrittura (e delle foto in questo caso).

Le 4 pizzerie

Ecco le 4 pizzerie che ho recentemente lanciato:

Logistica e procedure

Ritorniamo al lavoro svolto.

Quali sono stati ulteriori punti che sono andato a implementare?

  • La bio su Instagram: con 4 righe dobbiamo far capire alle persone chi è la nostra pizzeria, come lo fa e se possibile far percepire almeno un punto di differenza/specialità che abbiamo. La bio di Instagram si trova immediatamente a destra rispetto l’immagine del profilo una volta che entrate, appunto, nel profilo di un utente.
  • Armonia cromatica delle foto: vedo tanti imprenditori fare la foto della propria pizza appena sfornata proprio sopra il tavolo dove la si prepara. Un tavolo in acciaio brutto, graffiato e inguardabile. Non va bene! Bisogna creare delle piccole scenografie, avere una buona luminosità (luci fotografiche o luce naturale del sole sono il top) e lavorare un pò con Lightroom (un software di ritocco fotografico) per esaltare colori e dettagli delle foto.
  • Stories in evidenza: in particolare il profilo Instagram di @damassimoillasi che vedete nell’elenco sopra è uno dei profili più completi. Le storie in evidenza mettono in risalto le recensioni, i repost degli utenti, le pizze e le domande che arrivano al titolare in merito la pizzeria. Questo è un biglietto da visita perfetto che fa la differenza.
  • Rispondere alle recensioni su tutti i canali digital: Google My Business, Tripadvisor, Facebook. Nella maggior parte dei casi le recensioni non avevano risposta da parte del titolare. Questo è grave perchè quando un utente che non è ancora diventato cliente fa ricerche sulla nostra pizzeria potrebbe avere delle frizioni a prenotare da noi se vede delle recensioni negative senza risposta. Rispondendo invece in modo accurato, cercando di recuperare il cliente che si è trovato male faremo un’ottima impressione anche sul nuovo cliente che penserà:“cavolo questa persona si è trovata male però il titolare si è messo a disposizione per recuperare la situazione”. Risposto anche a recensioni positive e a quelle più recenti sfruttandole come modo per fare branding e fidelizzare la clientela.


Ti dirò la verità per attività come le pizzerie la funzione di duplicazione dei contenuti da Instagram a Facebook mi da ottimi risultati e spesso su Facebook ottengo commenti, condivisioni, interazioni maggiori di Instagram.

La combinazione dei due è l’ideale.

Bisogna anche dire che mi sono occupato anche dell’art direction, sostanzialmente il fotografo professionista ingaggiato è stato formato e sottoposto ad un mio documento dove gli spiegavo per filo e per segno cosa fotografare, come farlo, scenografia da utilizzare, consigli ecc… .

Bene come continuare la scalata di queste pizzerie?

Sicuramente i prossimi contenuti saranno analizzati e capirà quali hanno performato meglio (con Viralfindr), farò un’analisi dei competitors per capire se ci sono punti in comune dove possiamo “attaccare” per prenderci spicchi di clientela e successivamente faremo un discorso anche lato inserzioni per spingere con le offerte.

Se hai domande su quanto fin ora letto scrivimi!

 


 

Anthony Bella

Copywriter | SEO | Social Media Manager

Nato a Cesena il 27/03/1994 e appassionato fin da piccolo di marketing e tecnologia. Ho collaborato con numerose aziende italiane in progetti di comunicazione, tra queste ricordo: Kunstdunger, Cream Creativi Mediterranei, Salone da Favola e OTO Agency.

Sono un grande appassionato di food marketing e ho lanciato come social media marketer diverse pizzerie in tutto il mondo tra cui Pizzeria Risìu (Scicli, Sicilia), Pizzeria Dacciuntaglio (Cadine, Trento), Pizzeria da Massimo (Illasi, Veneto), La Pizza de Savoretti (Guayaquil, Ecuador) e Pizzeria 4 Stagioni (Moudon, Svizzera).

Contattami alla mail: anthonybella1994@gmail.com

 


 

Altri casi studio:

  • Caso studio lancio 4 pizzerie con successo

    In questo caso studio ti illustrerò come ho lanciato 4 pizzerie attraverso i social con grande successo. Da dove ho iniziato? Innanzitutto mi siedo a tavolino insieme al cliente per capire quali sono i valori della sua pizzeria, cosa lo differenzia, la sua storia professionale. Non possiamo più pensare di andare nel mercato, aprire una […]

    Leggi ora


  • Caso studio Instagram, Pizzeria da Massimo

    Ciao oggi ti porto un mio caso studio per Instagram. L’attività in questione è una pizzeria d’asporto che si trova a Illasi, un piccolo paesino vicino Verona. Gli obiettivi del titolare sono aumentare il bacino di clienti e spingere il profilo Instagram della pizzeria, a livello di visione futura vorrebbe implementare dei piccoli lanci per […]

    Leggi ora


  • Come scrivere un articolo in ottica SEO, la mia guida

    Ciao oggi ti porto dentro la mia logistica per la creazione di un articolo in ottica SEO e redazione di un piano editoriale lato blog. Negli ultimi 5 anni ho scritto per diverse aziende e combinando le strategie SEO con il copywriting si possono raggiungere ottimi numeri a livello organico. Il paid advertising rimane sicuramente […]

    Leggi ora